Iole Siena

CAPITOLO 9 - SUCCESSO: VOCE DEL VERBO SUCCEDERE


“Non ho mai desiderato essere famosa, ma raggiungere il successo sì, l’ho sempre voluto. Non voglio essere conosciuta, voglio essere libera e sapere di me stessa che sarò in grado di realizzare quello che credo e desidero. Le sue parole mi arrivano addosso come una gentile spinta verso il divano. Sento una potenza che mi sbalordisce e al contempo mi rilassa. Non nascondo la mia attrazione per ciò che sta per dirmi, sorrido in attesa e lascio che decida lei come continuare. “Sono stata molto precoce nella mia volontà di indipendenza, sicuramente come conseguenza di un padre siciliano, molto autoritario e limitante. Alla fine del liceo sono andata a vivere da sola, e durante l’università ho fondato con un’amica, Ingenia, la mia prima piccola società di produzioni mostre. Non ero ancora laureata ma ero già sposata con un uomo molto più grande di me, colto, affascinante, e ho avuto con lui il mio primo figlio. Poi ovviamente il matrimonio è finito, ma la società è rimasta ed è stata quella che mi ha portato ad Arthemisia, e ad incontrare il mio secondo marito e con lui creare tutto il resto della mia vita.”

Share The Love